LE PAGINE BIANCHE DI ANNE FRANK

sabato 16 gennaio 2016

GLI ALTRI SCRITTI DI ANNE FRANK

Si è già detto dei “Diari” di Anne, costituiti da un’agenda dalla copertina a quadretti rossi, da un paio di quaderni di computisteria e da moltissimi colorati fogli sparsi. Da tutto questo materiale sono nate poi le diverse versioni del Diario; la versione “a”, ovvero quella originale senza modifiche; la “b”, quella rielaborata da Anne per la pubblicazione e la “c”, quella rivista completamente dal padre e pubblicata per la prima volta come “Het Achterhuis". A questi vanno aggiunti il suo libro di racconti -“Racconti dell’Alloggio segreto”- il “Libro dei bei pensieri
, oggetto di un recente post, uno schedario dei libri letti e un registro delle parole nuove che sia lei sia la sorella incontravano durante le loro quotidiane letture. Per finire, oltre al menù per festeggiare il primo anniversario di Miep e ai “Libri dell’Egitto”, sono giunte sino a noi diverse lettere che Anne scrisse ad amici e parenti, oltre a quattro dediche scritte sui diari di alcune amiche. Tutto questo materiale è stato raccolto in un unico, bellissimo, irrinunciabile testo: “Anne Frank – Tutti gli scritti”.
Corrispondenze di Anne
Lettera del 18 dicembre 1936 alla Nonna Alice, per gli auguri di buon compleanno.
Lettera al cugino Stephan Elias per il compleanno.
Lettera e svariate cartoline all’amica “di penna” Juanita Wagner.
Cartolina del 17 novembre 1940 a nonna Alice. Lettera del 13 dicembre 1940 alla nonna e al cugino Stephan per il loro compleanno.
Lettera che Anne invia al padre nel gennaio 1941 dalla casa vacanze.
Lettere alla famiglia Elias del 13 gennaio e del 22 marzo 1941.
Lettera alla nonna della primavera 1941. Lettera a Nonna Alice in risposta agli auguri di compleanno di fine giugno 1941, cui segue quella del 30 luglio.
Lettera al padre dalla vacanze, del luglio 1941.
Lettera a nonna Alice dopo la Pasqua del 1942.
Infine, l’ultima corrispondenza che Anne invia al cugino Bernd per il suo compleanno pochi giorni prima di entrare in clandestinità, del 2 giugno 1942, che riportiamo per intero:
“Caro Bernd, tanti auguri di buon compleanno (le lettere di buon compleanno cominciano sempre così) e ancora cento di questi giorni. Spero che stiate tutti bene, come noi. Noi abbiamo avuto cinque giorni di vacanze di Pentecoste. E’ stato molto bello e ho giornate molto piene. La sera non torno a casa prima delle dieci, ma in genere mi accompagna un ragazzo. Come va con quella ragazza di cui mi hai mandato la foto? Scrivimi di lei una volta, queste cose mi interessano molto. Anche Margot ha un ragazzo, ma lui è ancora più giovane del mio. La lettera non è molto lunga, ma non ho tanto tempo perché vado con Papà a vedere un film da amici. Saluti a tutti e scrivimi presto.” Anne.
Dediche di Anne alle amiche
Dall’Album dell’amica Mary del 5 marzo 1938
Cara Mary, quando sarai grande, e qui vorrai guardare, penserai alla scuola e alle amiche più care.
A memoria comporrai un elenco fra te e te, ricorderai questa e quella, Mary: pensa anche a me! In ricordo della tua compagna di scuola Anne Frank
Dall’Album dell’amica Juultie del luglio 1939
Cara Juultie, cosa ti scrivo su questo foglio? Ah, Juultie, io per te cosa voglio? Ti auguro salute e felicità, una vita lunga un’eternità! E ricorda bene le mie parole: Dopo la pioggia c’è sempre il sole! In ricordo della tua amichetta Anne Frank
Dall’Album dell’amica Dinie del 18 ottobre 1940.
Cara Dinie, quando sarai grande non andrai più a scuola, e vivrai ormai da sola. Che tu sia al mare o in montagna, ricorda a volte la tua compagna. Anne Frank
Dall’Album dell’amica Jaqueline Van Maarsen del 13 marzo 1942
Cara Jaque, sii sempre allegra e gioiosa. Tutti per te proveranno affetto. Sei un’amica meravigliosa. Questo volevo averti detto. In ricordo della tua amica Anne Frank
I libri dell’Egitto Siamo giunti così all’ultima raccolta degli scritti di Anne; per certi versi avulsa da tutte le altre sue memorie, e della quale si cerca ancora di dare un significato, un perché. Probabilmente è stata la passione per la storia dell’Egitto e per la mitologia greca a spingere Anne a tenere un volume su queste materie, di cui solo in minima parte ne è autrice; in effetti, tutte le didascalie sono state riportate direttamente dal periodico di arte illustrata “Kunst in Beeld”, da cui Anne ritagliava anche le immagini che poi incollava sul quaderno. Sostanzialmente si tratta di una raccolta di immagini dell’Egitto, che riproducono monumenti, sepolcri e mummie, piramidi, città, pitture, luoghi particolari e cartine geografiche. Anne vi riporta didascalie ed esaustive note storiche, così come seguita a fare per la Persia e la Grecia, di cui poi passa in rassegna i vari miti e dèi.

1 commento:

  1. è un mio sogno poter visitare la casa di Anne ma non ho possibilità al momento. Grazie per questo blog. Sempre nel nostro Cuore.

    RispondiElimina